Le figure professionali più richieste nel 2022

Le figure professionali più richieste nel 2022

L’era del COVID-19

Sappiamo tutti come il Covid abbia cambiato il nostro modo di vedere la quotidianità. Dalle relazioni sociali passando alle attività sportive, fino al lavoro. Dopo mesi di smart-working stiamo iniziando finalmente a vedere uno spiraglio di luce dato dalle riaperture di questi periodi.

Se da un lato abbiamo potuto notare come siano in calo le richieste per figure appartenenti ai settori della ristorazione e del turismo, dall’altro vediamo la nascita e la crescita di settori come quello tecnologico, del digital marketing, videoludico e tecnico-meccanico.

Saranno infatti circa 390 mila le nuove assunzioni programmate dalle aziende per maggio 2021 (un aumento di 3 mila unità rispetto a maggio 2019), dato rincuorante realizzato con il sistema informativo Excelsior e rilasciato da Union camere e Anpal, ma che allo stesso tempo deve far riflettere su quelle che saranno le opportunità lavorative di questo e dei prossimi mesi.

Andiamo quindi ad ad analizzare insieme le figure più ricercate nel mercato del lavoro.

Quali sono le professioni più ricercate?

Nel settore informatico

  • Programmatore Informatico e il Web Developer, due professionisti che operano nel ramo informatico che, con l’utilizzo di linguaggi, sono in grado di programmare e sviluppare siti web e app. Essendo una professione ad alta qualifica, per diventare un programmatore, è necessario seguire una strada universitaria o dei corsi formativi che portino allo studio della logica di programmazione e dei vari linguaggi.
  • Web Marketing Specialist, strettamente collegata alla figura del Web Developer troviamo questo esperto nella creazione e gestione degli E-Commerce (siti che permettono l’acquisto di prodotti online). Professione salita ai primi posti fra le ricerche proprio per la necessità delle aziende di proseguire la loro attività commerciale.
  • Tecnico Informatico, il tecnico presta manutenzione e assistenza di livello hardware e software. Figura indispensabile nelle risorse umane di un’azienda, in grado di risolvere qualsiasi problematica relativa alla postazione di lavoro di un dipendente. Un consiglio per entrare in quest’ambito lavorativo è di ottenere certificazioni che vi qualifichino come tecnici per poter competere ai colloqui.

Settore del digital marketing

Con l’incremento delle iscrizioni ai social per restare in contatto con i nostri affetti (in Italia sono 2,1 milioni di iscrizioni in più rispetto all’anno precedente) e l’esigenza di reperire notizie in modo rapido, si sono venute a creare due nuove figure:

  • Social Media Manager, opera nel mondo dei social network e si occupa principalmente dell’ analisi dei target e della creazione di campagne pubblicitarie atte alla crescita del brand e la fidelizzazione del cliente. Per diventare un digital manager sono consigliate competenze di graphic design che permettono l’elaborazione di campagne pubblicitarie diversificate per prodotti e clientela finale. Competenze raggiungibili attraverso corsi di formazione
  • SEO Analyst, con aggiornamenti di cronaca di secondo in secondo, c’è stato un aumento delle domanda di specialisti nella scrittura di articoli per blog e testate giornalistiche in grado, oltre che di scrivere, di realizzare testi che risultino fra le prime ricerche di google.

Nel mondo dei videogiochi

Come dicevamo il settore videoludico è uno di quelli che più ha beneficiato della pandemia, facendo emergere questa figura.

Il game designer si occupa, non solo, della creazione di personaggi e ambienti dei videogiochi con programmi di modellazione, ma anche di animare personaggi per cartoni animati. Le richieste vengono non solo dalle software house, ma anche dalle open-sim (negozi virtuali in cui vendere i propri progetti).

Per diventare progettisti, si possono intraprendere percorsi come il corso di game designer online di MAC Formazione. Corso individuale, che darà tutte le competenze per poter lavorare da subito in questo settore.

Nel settore tecnico-meccanico

In questo ramo ritroviamo tutte quelle figure che si qualificano come operai o addetti all’utilizzo di macchine CNC. Anche in questo campo si è intrapresa una strada che porta alla specializzazione nell’uso di macchinari specifici.

Figure come i tornitori, fresatori e gli operatori CNC, si avviano verso un declino iniziato con l’automazione delle macchine in fabbrica.

Queste figure sono state sostituite dall’operatore CAD CAM. Esperto in grado di il controllare più macchinari fornendo loro un percorso utensili adatto al tipo di progettazione che devono svolgere.

Redazione