I 5 principali motivi per fare pubblicità sui social media

I 5 principali motivi per fare pubblicità sui social media

Non è un segreto che la pubblicità sulle piattaforme dei social media possa essere fruttuosa per le aziende di tutte le varietà. La pubblicità sulle piattaforme dei social media è importante in quanto c’è più valore reale oltre a ciò che possiamo ottenere organicamente in questi giorni.

Dall’espansione della tua portata e visibilità alla guida dei profitti, questo post copre cinque motivi per cui i marchi investono nella pubblicità sui social media per raggiungere i loro obiettivi e ampliare la loro attività, e perché potresti volerlo anche tu. Loro includono:

  • Raggiungi nuovi clienti
  • Costo di ingresso contenuto
  • Ottieni informazioni sul pubblico
  • Ampia gamma di formati
  • Raggiungi più obiettivi

Ora, questi vantaggi possono essere utilizzati per descrivere una serie di strategie di marketing e pubblicità, ma in questo post esamineremo ogni vantaggio in relazione alla pubblicità sui social media e spiegheremo esattamente come può impostare la tua attività a lungo- successo a termine.

5 vantaggi della pubblicità sui social media

Che tu sia alle prime armi con gli annunci sui social media e stia considerando l’investimento, o se stai già pubblicando annunci altrove, come su Google, i seguenti vantaggi potrebbero incoraggiarti a diversificare i tuoi sforzi e incorporare più social media nel tuo mix.

Ecco allora alcuni vantaggi presentati dallo staff di una nota agenzia di social media Marketing a Milano.

1. Raggiungi nuovi clienti

Sia che tu stia valutando la possibilità di pubblicare annunci su Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest, LinkedIn, TikTok o Snapchat, la pubblicità sui social media ti consente di raggiungere e entrare in contatto con nuove persone che potrebbero trarre vantaggio dai tuoi prodotti o servizi.

A differenza degli annunci dei motori di ricerca basati sull’intent, per lo più centrati sulle parole chiave, gli annunci sui social media si rivolgono agli utenti in base ai loro interessi, comportamenti e altri dati demografici. Questo ci offre il vantaggio di presentare i nostri marchi a nuovi utenti in base al targeting e al modo in cui le nostre offerte corrispondono a tali interessi e comportamenti. Le persone potrebbero non sapere del tuo marchio o che i tuoi prodotti o servizi esistono e, vedendo il tuo annuncio di potenziali clienti, potrebbero rendersi conto che potrebbe giovare alla loro vita in qualche modo o che vogliono semplicemente ciò che stai vendendo.

2. Basso costo di ingresso

Rispetto alla pubblicità tradizionale, il costo è notevolmente inferiore e se hai solo un budget limitato puoi comunque entrare nell’asta e trovare successo. Ovviamente, più devi spendere per gli annunci, più velocemente puoi imparare cosa funziona e cosa no, ottimizzare le prestazioni, testare più variabili e raggiungere più obiettivi, come il traffico del sito web, le iscrizioni e le vendite.

La maggior parte delle piattaforme social è in linea con i costi, tuttavia, dalla nostra esperienza, abbiamo visto costi inferiori di circa $ 0,13 per clic su Pinterest, il che lo rende un’ottima piattaforma per eseguire campagne a basso costo, soprattutto per indirizzare nuovo traffico poco costoso al tuo sito web per il retargeting. All’estremità opposta del costo, LinkedIn tende ad essere più costoso, tuttavia, se la tua azienda può soddisfare le esigenze della sua comunità imprenditoriale attraverso gli annunci e se la dimensione del tuo pubblico e il budget sono più grandi, puoi vedere un grande successo lì per lì l’investimento. Come puoi vedere LinkedIn può essere un ottimo modo per le aziende B2B per generare lead.

3. Ottieni informazioni sul pubblico

Con più opzioni di targeting a nostra disposizione come inserzionisti, più test del pubblico possiamo eseguire e quindi utilizzare gli strumenti integrati della piattaforma sociale per comprendere le ripartizioni del pubblico e il modo in cui si relazionano alle prestazioni. Ad esempio, i rapporti sui guasti di Facebook possono condividere dettagli su fasce di età, sesso, paese, regione, dispositivi utilizzati e altro ancora. L’abbinamento di queste suddivisioni con i tuoi vari segmenti di pubblico e le rispettive metriche sul rendimento può aiutarti a capire meglio quali segmenti di pubblico vengano raggiunti sui tuoi annunci e puoi applicare questi insegnamenti per aggiornare il targeting del tuo set di annunci e utilizzarlo per ottimizzare le tue campagne.

Un altro modo per ottenere ulteriori informazioni basate sul pubblico è controllare Audience Insights all’interno di Facebook Ads Manager. Qui puoi visualizzare la suddivisione per età e sesso di un determinato pubblico, lo stato della relazione, il livello di istruzione, i titoli di lavoro, la posizione, l’attività del dispositivo e altro ancora. Questo strumento era più robot alcuni anni fa prima che ulteriori informazioni fossero rimosse quando Facebook doveva apportare alcune modifiche alle opzioni di targeting del pubblico per motivi di privacy e trasparenza degli utenti. Sebbene sia limitato nelle informazioni, può essere utile in una certa misura.

4. Ampia gamma di formati

Sebbene ogni piattaforma social abbia le proprie specifiche, posizionamenti e formati degli annunci, ci sono alcuni denominatori comuni tra le piattaforme. La bellezza della pubblicità sui social media è che c’è libertà creativa e infinite tattiche e opzioni per mostrare il tuo marchio nella luce che desideri. Dalle immagini statiche ai contenuti video effimeri e di lunga durata, dai formati rettangolari orizzontali e verticali al quadrato, utilizza ogni parte dello spazio di posizionamento degli annunci per aumentare lo spazio degli annunci su uno schermo in modo che l’utente si concentri su di te e limiti le distrazioni esterne da altri annunci e contenuti. Un formato che abbiamo visto decollare rapidamente in modo organico e quindi con annunci a pagamento su piattaforme è il formato Storie, che ora può essere trovato organicamente e nella maggior parte dei casi anche come posizionamento di annunci, è su Facebook, Instagram, Snapchat, Tik Tok e di recente, Twitter e LinkedIn.

5. Raggiungi più obiettivi

Infine, sia che tu stia cercando modi per espandere la tua portata e visibilità, promuovere il coinvolgimento attorno al tuo marchio, aumentare il traffico del sito web o l’uso delle app, ottimizzare per gli utenti da aggiungere al carrello, acquisire più contatti e incentivare le vendite, puoi realizzare questi e di più attraverso la pubblicità sui social media. A seconda di dove si trova il tuo pubblico di destinazione nella canalizzazione, puoi selezionare il tipo di campagna appropriato in relazione al tuo obiettivo in quella fase e assistere i tuoi utenti attraverso la canalizzazione e verso la conversione.

Con le campagne con obiettivo di conversione, puoi specificare qual è la conversione e quindi dire alla piattaforma per quale evento desideri ottimizzare un determinato set di annunci. Vuoi più persone da aggiungere al carrello? Selezionalo come evento per il quale desideri ottimizzare. Vuoi ottimizzare per più acquisti? Adotta lo stesso approccio di ottimizzazione e assicurati di allineare la creatività e la copia dell’annuncio per parlare con queste persone nella loro fase della canalizzazione ed essere chiari nell’obiettivo in modo che gli utenti possano “Acquista ora” in questo particolare esempio.

Redazione