Cosa fare se la porta non si apre?

Cosa fare se la porta non si apre?

Può capitare a tutti, almeno una volta nella vita, di rimanere bloccati fuori da casa o dentro una stanza perché la porta non si apre. Questo spiacevole incidente può rivelarsi una banale scocciatura o, nei casi peggiori, può essere un problema serio da affrontare con urgenza, perché può mettere in pericolo la vostra sicurezza o quella dei vostri cari che sono rimasti bloccati. Per risolvere la situazione rapidamente, la cosa migliore da fare è, naturalmente, chiamare un fabbro professionista che si occupi dell’apertura porte a Pisa: molti offrono un servizio davvero rapido ed economico. Anche durante la notte o nei festivi, non dovrebbe essere un problema contattare un tecnico specializzato in porte e serrature che possa sbloccare la porta per voi. Tuttavia, se volete provare ad aprire la porta da soli ed avete il tempo di procedere per tentativi, allora potrete seguire passo passo i consigli di questa guida.

Capire quale sia il problema

La prima cosa da fare per sbloccare la porta è cercare di capire dove sia il problema. Sono molte le ragioni per cui una porta potrebbe non aprirsi, e potrebbe anche dipendere dal tipo di porta che si è bloccata: una porta di legno all’interno di un appartamento potrebbe non aprirsi per ragioni molto differenti da una porta blindata. Occorre tenere ben presenti le differenze anche delle serrature, perché scassinare una serratura normale è davvero molto più semplice rispetto ad aprire forzatamente una serratura di sicurezza, anche se obsoleta ed economica. Identificare il problema è quindi il primo passo, sia per evitare di perdere tempo nel cercare di risolvere problemi che non esistono, sia perché, in alcuni casi, provare a risolvere il problema potrebbe creare danni o peggiorare la situazione. Cercate, quindi, di essere abbastanza certi di aver individuato il problema e capito esattamente quali sono i rischi del provare a risolverlo con il fai da te.

Risolvere il problema

Alle volte la soluzione al problema è piuttosto semplice e banale: nella serratura tendono ad accumularsi polvere, sporcizia e corpi estranei. Tutti questi fattori, insieme all’usura delle componenti ed alla ruggine può portare al blocco della serratura. Se la chiave non gira all’interno della serratura, provate ad utilizzare dei prodotti specifici come lo Svitol o il WD-40, anche più volte, per provare a risolvere il problema.

U altro possibile motivo per cui le chiavi non girano all’interno della serratura è che queste non siano state copiate bene e presentino delle sbavature (se sono nuove), oppure che abbiano subito un danno che le ha piegate o ne ha pesantemente danneggiato la parte dentata che serve ad aprire la serratura. In questo caso, a meno che di non possedere delle chiavi di riserva, dovrete necessariamente chiamare un fabbro che effettui una copia delle chiavi: anche se riusciste ad aprire la serratura scassinandola, infatti, il problema si ripresenterebbe la prossima volta che chiudete la porta.

Se la chiave gira, ma la porta non si apre, il problema potrebbe essere qualcosa che blocca la porta. Il vero problema, in questo caso, è capire dove la porta si sia bloccata. Alle volte, sassolini o altro piccoli elementi che si infilano sotto la porta blindata possono incastrarsi e bloccare tutta la porta; il blocco della porta potrebbe essere causato anche da un danno o da un problema della porta stessa: le porte in legno, ad esempio, possono gonfiare e deformarsi a causa dell’umidità e smettere di aprirsi, mentre le porte blindate possono far cedere parzialmente i cardini a causa del loro peso ed iniziare a strisciare sul pavimento, diventando pesantissime da spostare e praticamente impossibili da aprire.

Redazione